Chateau d’Yquem 1937: un’opera d’arte

1937, come 1988 e 1996 una sensazione, quella della perfezione. Un vino come un’essenza, un profumo che associa tutta la “palette” degli aromi presenti nella natura, dagli aromi primari a quelli terziari. Niente epitome o riassunto di un concetto, di un riassunto dell’espressione di un territorio. Piuttosto un’opera d’arte, là dove si definisce la perfezione e…