Parliamo di metodologia di degustazione

Queste ultime tre settimane sono state particolarmente impegnative tra Francia e Italia, fra degustazioni, giurie e corsi di degustazione per me e per i miei “alunni”. Una constatazione: è duro per l’uomo della strada scegliere una bottiglia di vino che non sia un brand commerciale in vista. I club, le metodologie, gli approcci da esperti,…

Colazione da Yquem

«Arrivo un giorno prima per questo “rendez-vous en privé” da Yquem con Pierre Lurton, patron del famoso Chateau e di un’altra firma leggendaria di Bordeaux, Chateau Cheval Blanc. Mi preparo in questo piccolo albergo di Langon, a 15 minuti daChateau d’Yquem e gestito da Claude Darroze, famiglia anche conosciuta in questa regione e altrove grazie alla famosa chef stellata,…

Lo Champagne: un vino di stile elaborato in un terroir di non-assaggiatori?

Chi l’avrebbe detto che il pregiatissimo territorio della Champagne DOC, famoso nel mondo intero per la qualità e la raffinatezza dei suoi vini, possa anche essere descritto come un “terroir di non-assaggiatori”? Per esempio: Alexandre Chartogne, titolare della maison Champagne Chartogne-Taillet a Merfy nella piccola montagna di Reims. Come spiega Alexandre: “i nomi delle parcelle o lieux-dits nella Champagne sono quelli…

La leggendaria freschezza dello Champagne

Perché, in certe condizioni, la leggendaria freschezza dello Champagne viene costruita? Le caratteristiche di un vino come lo Champagne non sono unicamente il frutto di un terroir, un vitigno e di un “momento giusto” per vendemmiare. Diversi aggiustamenti possono essere eseguiti e sono autorizzati in cantina. Oltre alla “chaptalisation” (o aggiunta di zucchero) e l’uso…

Il nuovo eldorado della Champagne

In seguito al mio post intitolato “The two sides of the glory medal” del 18 febbraio scorso in cui l’esempio delle unioni di produttori (o simili) vengono create nelle zone Cru e meno pregiate della denominazione, si aggiunge però un altro argomento: quello delle quotazioni future all’orrizonte 2018, data prevista per la modifica dell’area Champagne.…

Il settore “fine wines & Champagne” di nuovo in movimento

Come indicato nel mio post di ieri, il gruppo Rémy Cointreau ha annunciato che sarebbe in negoziazione con la holding EPI (Européenne de Placements Immobiliers). L’EPI si interessa al comparto Champagne di Remy Cointreau, in particolare le marchePiper Hiedsieck e Charles Hiedsieck. Di fatto, se guardiamo la composizione del portafoglio Champagne di Rémy Cointreau, si tratta solo di questi due brand.…

Piper Hiedsieck e Charles Heidsieck cambieranno prossimamente di mano?

Il gruppo Rémy Cointreau ha annunciato che sarebbe in negoziazione con la holding EPI (Européenne de Placements Immobiliers) detenuta dalla famiglia Descours, proprietari dei Brand Weston, Bonpoint e Alain Figaret per esempio. L’EPI si interessa al comparto Champagne di Remy Cointreau, con in particolare le marche Piper Hiedsieck e Charles Hiedsieck. Ricordiamo che Hiedsieck Monopole appartiene al gruppo Vranken-Pommery e non fa…

Una nuova denominazione Champagne per 2015 ?

Oggetto: lo Champagne aromatisé Malgrado le numerose attività in atto, non posso che riprendere le mie attività di “insider champenoise” quando vengo a conoscenze certe informazioni con una discreta rilevanza. Attenzione, però … questa è una vera bomba. Non si tratta della nuova area Champagne nemmeno dei nuovi abbinamenti aromatici proposti da parte di certe grande maison…